Headless Commerce: cos’è e perché è importante per l’Ecommerce

Immagine Headless Commerce: cos’è e perché è importante per l’Ecommerce

Ultimamente si sente molto parlare di Headless Commerce, ma cosa significa esattamente e perché è così importante per l’E-Commerce?

Questo nuovo sistema tecnologico apre delle nuove prospettive per le vendite online e il digital marketing. E’ sostanzialmente una nuova frontiera, che può aiutare in modo concreto, gli E-Commerce a vendere meglio e di più. Si ma, in sostanza di che si tratta?

Per capire meglio, facciamo prima una panoramica e distinzione tra gli E-Commerce tradizionali e l’ Headless Commerce.

Ecommerce tradizione Vs Headless Commerce

E-Commerce tradizionale

Nelle piattaforme tradizionali, sappiamo che c’è una parte di backend, dove gestiamo prodotti, ordini, spedizioni, e una di frontend, ossia il vero e proprio sito che vedono i clienti. Backend e Frontend sono sostanzialmente, negli store tradizionali, due facce della stessa medaglia. Nel backend si gestisce il sito, mentre il frontend è sostanzialmente il sito E-Commerce che vediamo online.

Il cliente deve necessariamente concludere l’acquisto sul sito E-Commerce. Quindi tutte le attività di marketing che vengono fatte, sono finalizzate a portare l’utente sul sito E-Commerce, perché solo li sarà possibile fare l’acquisto. Questo sistema, ai nostri tempi, potrebbe risultare un pò troppo laborioso. Questo perché magari il cliente, potrebbe aver visto il prodotto che gli interessa su un post sui social e fare tutto un certo percorso per poi dover concludere l’acquisto sul sito, potrebbe in qualche modo scoraggiarlo.

Headless Commerce

Con l’ Headless commerce invece, c’è una concreta distinzione tra backend di gestione dei prodotti e frontend. Ma soprattutto, con questa nuova tecnologia sarai in grado di gestire separatamente i contenuti legati a prodotti da vendere, rispetto ai canali in cui vengono proposti al cliente. Ossia, puoi creare delle schede di prodotto e poi presentare questa scheda sia sul sito, che in un’email, oppure su un blog o un post social. Il sistema in automatico la formatterà in base al canale sul quale questa scheda viaggerà.

In questo modo, il cliente avrà la favolosa opportunità di poter acquistare direttamente nel canale in cui la notizia del prodotto gli è arrivata, senza necessariamente dover essere rimandato al sito. Ovviamente in questo riduciamo molto i passaggi per effettuare un acquisto e si sa, che questo fattore diventa fondamentale per la finalizzazione di un acquisto.

In sostanza, quando si crea un prodotto o lo si mette in promozione, possiamo decidere sin da subito i canali sui quali vogliamo che questo prodotto appaia.

Alcune piattaforme, come per esempio Sylius, sono basate proprio sul concetto di headless e sono quindi in grado di disaccoppiare frontend e backend e sfruttare piattaforme di CRM per la gestione dei contenuti.

Insomma questo è davvero un ottimo sistema per rendere la user experience davvero fluida e che accompagni il cliente al’acquisto. Con questo strumento possiamo infatti personalizzare al massimo i contenuti, per creare una solida relazione con il cliente, durante tutto il percorso di acquisto.

headless-commerce

Headless e marketing personalizzato

Un aspetto da non sottovalutare legato all’ headless, è anche quello di poter raccogliere preziose informazioni sul comportamento e interessi del cliente. In questo modo sarà molto più semplice struttura una strategia mirata, per ogni utente. Come fa?

Un cliente acquista un prodotto, il sistema acquisisce così questa informazione e la prossima volta che l’utente dovesse tornare sul nostro sito, gli verranno mostrati articoli correlati al prodotto acquistato. Prodotti che il sistema può inviare qualche giorno dopo anche tramite email o altri canali.

Quindi come si vede, davvero uno strumento incredibile!

Svantaggi e vantaggi dell’ headless commerce

Cominciamo a vedere aspetti negativi e positivi di questo nuovo modo di fare vendite online.

Svantaggi

Abbiamo visto quante funzionalità sono collegate all’headless, ma questo porta ovviamente ad una complessità di infrastruttura. Se infatti un E-Commerce tradizionale, si compone di un software + vari plugine, il sisitema headless è molto più complesso. Ci sono infatti diversi software che devono lavorare tra loro, che si interfacciano e che si scambiano dati.

La gestione di questo tipo di sistema quindi può essere più complessa.

Vantaggi

Come vantaggi, ne abbiamo già visti alcuni, come la facilità del processo di acquisto e la raccolta di dati per indirizzare meglio le offerte al cliente. Quindi sostanzialmente con l’headless commerce, si ha un orientamento più vicino al cliente e alle sue esigenze.

Riassumendo quindi, come vantaggi troviamo:

  • Facilità di acquisto con prodotti acquistabili dovunque
  • Raccolta di dati per la finalizzazione di offerte ad hoc
  • Predisposizione per il marketing automation
  • Formattazione per ogni punto di pubblicazione
Manuela Maurizi
BHOOST Super Team

As the lead of the Business Partner Network, Manuela guides the proactive development of new opportunities, primarily through building relationships with new and existing partners. She works on evolving the structure of the Network as well as Partner recruitment and activation processes. Manuela also doesn’t like Brussels sprouts.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.