Che cos’è il WAF – Web Application Firewall per Magento

Immagine Che cos’è il WAF – Web Application Firewall per Magento

Il Web Application Firewall (WAF) ha la funzione di proteggere appunto le applicazioni web da diversi attacchi a livello di applicazione come cross-site scripting (XSS), SQL injection e cookie poisoning etc. Gli attacchi alle app infatti sono la principale causa di violazione: basti pensare che le app sono il gateway per i tuoi preziosi dati. Con il giusto WAF in atto, puoi bloccare tutti gli attacchi che mirano a esfiltrare quei dati compromettendo i tuoi sistemi.

Perché hai bisogno di un WAF?

Le minacce su internet sono ormai all’ordine del giorno e purtroppo vanno evolvendosi di paripasso con la tecnologia. Diventa quindi fondamentale avere uno strumento che possa tutelare gli utenti e i propri dati.

I firewall di rete e locali da soli non possono più impedire agli hacker di entrare nel tuo sito web. Disporre quindi di un efficace Web Application Firewall (WAF) offre alle aziende e ai proprietari di siti Web la massima tranquillità.

Un altro aspetto importante dell’avere un il WAF sul tuo sito web è il tempo che ti farà risparmiare a lungo termine. Dopo aver impostato correttamente un WAF sul tuo sito web, non sprecherai più tempo prezioso a pensare a come proteggerlo. Quindi uno strumento sostanziale da avere sul proprio sito, soprattutto se Ecommerce.

Come funziona un firewall per applicazioni Web (WAF)?

Un WAF protegge le app web filtrando, monitorando e bloccando qualsiasi traffico HTTP / S dannoso che viaggia verso l’applicazione web e impedisce che i dati non autorizzati escano dall’app. Lo fa aderendo a una serie di criteri che aiutano a determinare quale traffico è dannoso e quale traffico è sicuro. Proprio come un server proxy funge da intermediario per proteggere l’identità di un client, un WAF funziona in modo simile, ma al contrario, chiamato proxy inverso, agendo come un intermediario che protegge il server dell’applicazione Web da un client potenzialmente dannoso.

I WAF possono presentarsi sotto forma di software, appliance o forniti come servizio. I criteri possono essere personalizzati per soddisfare le esigenze specifiche dell’applicazione Web o del set di applicazioni Web. Sebbene molti WAF richiedano di aggiornare regolarmente i criteri per affrontare nuove vulnerabilità, i progressi nell’apprendimento automatico consentono ad alcuni WAF di aggiornarsi automaticamente. Questa automazione sta diventando sempre più critica poiché il panorama delle minacce continua a crescere in complessità e ambiguità.

WAF-funzionamento

Che differenza c’è tra WAF –  IPS – NGFW?

Ci sono sostanziali differenze tra un web application firewall (WAF), un sistema di prevenzione delle intrusioni (IPS) e un firewall di nuova generazione (NGFW).

Un IPS è un sistema di prevenzione delle intrusioni, un WAF è un firewall per applicazioni web e un NGFW è un firewall di nuova generazione. Ma quali sono le differenze tra tutti loro?

Un IPS è un prodotto di sicurezza più mirato. È tipicamente basato su firme e policy, il che significa che può verificare la presenza di vulnerabilità note e vettori di attacco in base a un database di firme e policy stabilite. L’IPS stabilisce uno standard basato sul database e sui criteri, quindi invia avvisi quando il traffico devia dallo standard. In generale, IPS protegge il traffico attraverso una gamma di tipi di protocollo come DNS, SMTP, TELNET, RDP, SSH e FTP. IPS in genere opera e protegge i livelli 3 e 4.

Un web application firewall (WAF) protegge il livello dell’applicazione ed è progettato specificamente per analizzare ogni richiesta HTTP / S a livello dell’applicazione.

Puoi pensare a un WAF come intermediario tra l’utente e l’app stessa, che analizza tutte le comunicazioni prima che raggiungano l’app o l’utente. I WAF tradizionali garantiscono che solo le azioni consentite (basate su criteri di sicurezza) possano essere eseguite. Per molte organizzazioni, i WAF rappresentano una prima linea di difesa affidabile per le applicazioni.

Un firewall di nuova generazione (NGFW) monitora il traffico in uscita su Internet, tra siti Web, account di posta elettronica e SaaS. In poche parole, protegge l’utente (rispetto all’applicazione web). Un NGFW applicherà criteri basati sugli utenti e aggiungerà contesto ai criteri di sicurezza oltre ad aggiungere funzionalità come filtro URL, antivirus / antimalware e potenzialmente i propri sistemi di prevenzione delle intrusioni (IPS). Sebbene un WAF sia in genere un proxy inverso (utilizzato dai server), gli NGFW sono spesso proxy di inoltro (utilizzati da client come un browser).

Che differenza c’è tra WAF su rete, host e cloud?

Un WAF può essere implementato in diversi modi: tutto dipende da dove vengono distribuite le applicazioni, dai servizi necessari, da come si desidera gestirlo e dal livello di flessibilità e prestazioni dell’architettura richieste. Vuoi gestirlo da solo o vuoi esternalizzare tale gestione? È un modello migliore avere un’opzione basata su cloud o vuoi che il tuo WAF risieda in locale? Di seguito sono elencate le tue opzioni.

WAF su host

Questo WAF può essere integrato all’interno de software di un’applicazione e consente di avere diverse personalizzazioni. Se vogliamo trovare uno svantaggio, possiamo individuarlo nel fatto che questo tipo di WAF assorbe molte risorse del server locale. Non da ultimo anche i costi legati alla manutenzione e alla non facilissima implementazione, sono sicuramente da considerare.

WAF su rete

Questa è l’opzione più onerosa che richiede anche una certa manutenzione. Tuttavia essendo installato localmente, ha il vantaggio di ridurre notevolmente la latenza.

WAF su cloud

Sono una soluzione abbastanza conveniente e di facile implementazione. Generalmente gli utenti pagano un canone mensile o annuale, non troppo oneroso e possono usufruire del servizio in tutta tranquillità. Questo tipo di WAF anche il vantaggio di essere sempre aggiornati e proteggere in quindi in maniera ancora più efficace.

Conclusione

Come hai visto il WAF è uno strumento assolutamente necessario per la salvaguardia della sicurezza dei dati degli utenti del tuo sito. Ci sono diverse possibilità legate a questo aspetto e potrai scegliere la condizione migliore che può adattarsi meglio alle tue esigenze.

Se hai necessità di una consulenza in questo senso, contattaci e saremo lieti di trovare la soluzione migliore per te.

BHOOST Super Team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.